Start

Sorveglianza attiva o trattamento radicale
alla diagnosi per tumori della prostata a basso rischio

Lo studio START

Lo studio START è promosso dalla Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta, in collaborazione con il Centro di Riferimento per l'Epidemiologia e la Prevenzione Oncologica in Piemonte, e coinvolge le Strutture regionali di Urologia, Radioterapia e Oncologia elencate nella pagina dei centri aderenti.

Obiettivo principale dello studio START è di effettuare, a livello della popolazione del Piemonte e della Valle d'Aosta, un'approfondita valutazione comparativa sull'efficacia e la sicurezza delle cure nonché sulla qualità di vita nei vari gruppi di pazienti che scelgono le diverse modalità di trattamento attualmente disponibili per il tumore della prostata localizzato a basso rischio di progressione.

Per questo tipo di tumore sono oggi proponibili, infatti, differenti opzioni terapeutiche: oltre ai tradizionali interventi chirurgici e di radioterapia, esse comprendono la cosiddetta sorveglianza attiva, che offre la possibilità di evitare o ritardare, anche di molti anni, trattamenti più invasivi.

Ad oggi, non è ancora possibile individuare con certezza il trattamento migliore in assoluto: ognuno di essi presenta vantaggi e svantaggi, che richiedono studi più approfonditi per essere meglio compresi.

Lo studio START avrà un grande valore per la collettività e per tutti i pazienti con tumore della prostata localizzato a basso rischio di progressione perché potrà fornire informazioni utili al miglioramento della qualità delle cure e dell’assistenza e consentire in futuro scelte più consapevoli, da parte della persona malata, tra le diverse modalità di trattamento.